top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreLonnie Holders

Stop agli studenti stranieri in Olanda?

E vero che il governo olandese vuole mettere un limite agli studenti stranieri?



Un'anteprima:

Grazie alla buona qualità dell'istruzione in lingua inglese, alla Brexit e a una serie di altre ragioni, i Paesi Bassi sono cresciuti enormemente in popolarità tra gli studenti internazionali. Questo ha portato a problemi di capacità in diversi luoghi e per diverse università: aule troppo piene, impossibilità di seguire gli studenti in modo adeguato, ecc.

Inoltre in molti posti c'è il problema degli alloggi: ci sono troppo poche case per ospitare tutti gli studenti.




L'attuale ministro dell'Istruzione Dijkgraaf vuole che il numero non cresca ulteriormente e sta lavorando a misure per limitare l'ingresso.

I problemi nelle regioni al di fuori della Randstad (Amsterdam, Rotterdam, Utrecht, Leiden, The Hague) sono molto meno gravi, se non addirittura nulli. In queste regioni l'afflusso di studenti internazionali è altamente auspicabile e consente di mantenere la qualità dell'istruzione di alto livello e di fornire alle imprese locali giovani professionisti ben formati. Ci sono quindi grandi differenze nei Paesi Bassi e il ministro dice di esserne consapevole.


Ingegneria e IT, carenza di laureati sul mercato del lavoro.

E poi ci sono alcuni settori in cui l'afflusso internazionale di studenti è davvero ben accetto. Come, ad esempio, quello della sanità, dell'ingegneria e della tecnologia. Qui c'è un'enorme carenza nel mercato del lavoro olandese e quindi questi corsi rimarranno presumibilmente molto accessibili agli studenti stranieri.

Nuove leggi & regolamenti diversi

È possibile che questa primavera (2023) o all'inizio dell'estate siano introdotte nuove leggi e regolamenti diversi.

Si concentreranno sulla gestione delle capacità e sugli strumenti per le università.

Ciò significa presumibilmente un numerus fixus (numero chiuso) su un maggior numero di programmi in lingua inglese (in particolare programmi di economia e commercio), una quota sul numero di studenti provenienti da paesi non appartenenti alla UE e un arresto per i programmi che sono sovraccarichi di studenti provenienti da specifici paesi extraeuropei.

Pertanto in alcune università e in alcuni settori sarà sicuramente più difficile essere accettati. Ma ci aspettiamo anche che i corsi di tecnologia (ingegneria e informatica) e le università delle città più piccole rimangano pienamente accessibili agli studenti internazionali.

22 marzo dibattito politico, 23 marzo webinar

Il 22 marzo si terrà un dibattito politico sulle novità. Potremo saperne di più allora.

Vuoi rimanere informato su ciò che sta accadendo nei Paesi Bassi e su ciò che potrebbe significare per te?

168 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page